Cluster Marche rappresenta i Cluster Tecnologici della Regione Marche  nati per supportare le imprese del territorio che vogliono investire in innovazione, ricerca e sviluppo.  Le sfide della Smart Specialization Strategy (S3) della Regione sono state subito accolte da  e-Living, Marche Manufacturing ed Agrifood.  

Promotore di tale progetto è tuttavia il MIUR che il 30 Maggio 2012 emana il Decreto Direttoriale n.257 “Avviso per lo sviluppo e il potenziamento di cluster tecnologici nazionali”: il MIUR definisce otto aree strategiche per lo sviluppo tecnologico del Paese, attribuendo un finanziamento superiore a 400 milioni di euro attraverso un bando competitivo.

A seguito di tale bando sono sorte otto aggregazioni nazionali in accordo con ciascuna delle Regioni coinvolte e interessate che hanno aderito a specifici Accordi di Programma ai sensi dell’articolo 13 del DM n.593/00 e ss.mm.ii. anche integrativi di quelli già stipulati in materia.

In particolare la Regione Marche ha aderito, garantendo il suo contributo a tre cluster nazionali: Cluster Agrifood,  Cluster Smart Living Technologies e Cluster Fabbrica Intelligente.

Da qui la nascita dei cluster marchigiani Agrifood, e-Living e Marche Manufacturing quali aggregazioni composte da imprese, università e istituti di ricerca che collaborano per raccogliere e studiare le esigenze della produzione manufatturiera nei diversi settori di riferimento.

  • Agrifood mira ad un approccio innovativo verso le tematiche legate al settore agro-alimentare come qualità, sicurezza, certificazione ed etichettatura dei prodotti, sviluppo di cibi funzionali e nutraceutici, sostenibilità delle filiere produttive.

  • e-Living promuove lo sviluppo di conoscenze, soluzioni tecnologiche, impianti, costruzioni e prodotti altamente innovativi che permettano di ridisegnare l’ambiente di vita per promuovere e garantire l’inclusione, la sicurezza, il benessere, la salute e l’eco-sostenibilità di soggetti con "fragilità".

  • Marche Manufacturing si occupa di studiare soluzioni innovative all'interno di una "fabbrica intelligente", automatizzata, efficiente, a basso impatto ambientale e orientata verso l'uomo.

La mission comune è incrementare la competitività delle imprese marchigiane, creando occasioni di sinergia, trasferendo conoscenze tra i diversi attori coinvolti e facilitando le imprese nella ricerca di finanziamenti.

 

Italiano